Italiano | English

Salta la barra di navigazione Il Progetto > Unità coinvolte > Dipartimento di Scienze Biomediche, Università di Modena e Reggio Emilia, Modena > Struttura

Caratteristiche della struttura e del laboratorio

Il progetto verrà sviluppato presso il Dipartimento di Scienze Biomediche (Sito web collegamento esterno) dell'Università di Modena e Reggio Emilia, Modena, Italia. La struttura è attrezzata con le strumentazioni di base per la ricerca e diverse piattaforme tecnologiche necessarie per lo sviluppo del progetto:


  • Laboratorio di DNA Microarrays (Sito web collegamento esterno): equipaggiato con uno scanner Affymetrix GeneChip 3000, due Affymetrix Fluidics Station 450, due Affymetrix hybridization Oven 645, Affymetrix GeneAtlas System (disponibile da Settembre 2010), una piattaforma Bioanalyzer 2100 (Agilent) "Lab-on-a-chip", Spettrofotometro Nanodrop ND-1000 (NanoDrop Technologies), una piattaforma "high throughput" per Real Time PCR (Abiprism 7900 con sistema per microfluidic card, Applied Biosystems). L'analisi dei dati verrà effettuata mediante GeneChip Operating Software (GCOS), Affymetrix Expression Console and Genotyping ConsoleTM (GTC) software, Silicon Genetics GeneSpring versione 10, Ingenuity Pathway Analysis (IPA), Partek Genomic Suite e Ingenuity Pathway Analysis (IPA).
  • Centro interdipartimentale di Ricerche Gnomiche (Sito web collegamento esterno): equipaggiato con Roche-454 Genome Sequencer FLX System, il "gold standard" per la "next-generation sequencing".
  • Laboratorio di Bioinformatica: n° 6 postazioni lavoro equipaggiate con i sistemi operativi Linux, Windows o Macintosh e pacchetti "open-source" per l'analisi dei dati.
  • Laboratorio di colture cellulari: fornito di cappe a flusso laminare, incubatori a CO2, centrifughe refrigerate, cytospin, microscopio invertito a fluorescenza, NucleofectorTM.
  • Laboratorio di citofluorimetria: equipaggiato con due Beckman-Coulter EPICS XL flow-cytometer dotati di EXPO32 Software.
  • Laboratorio di biologia molecolare: completo di tutta la strumentazione di base.
  • Laboratorio di genetica molecolare (LabGen): equipaggiato con DNA sequencer ABI-PRISM 3100, due stazioni robotiche Packard multi probe II ext., 3 thermal cyclers ABI 9700, Sqlims ABI System control software, image analyzer GELDOC (BioRad).
  • Stabulario Biostab (Specific Pathogen Free (SPF) animal facility): fornisce allevamento e gestione di animali da laboratorio per ricerca biomedica in accordo con la legislazione italiana (D.Lvo 116/1992). Lo stabulario è capace di mantenere colonie di roditori wild-type e transgenici, topi nudi e topi che necessitano un contenimento di sicurezza biologica di livello 2.

Il Centro di Medicina Rigenerativa "Stefano Ferrari" (Sito web collegamento esterno) del Dipartimento di Scienze Biomediche è una nuova costruzione di 3000 m2 localizzata all'interno del campus biomedico.

La ricerca di base e preclinica è svolta al primo piano del centro dove sono localizzati:


  • Un laboratorio biochimico e di biologia molecolare, che ricopre tutti i campi correlati alla medicina rigenerativa e alla terapia genica. La strumentazione più rilevante comprende microscopio confocale (LSM 510 META, Zeiss) e relativo apparato di acquisizione delle immagini; laser micro dissector (PALM MICROBEAM, Zeiss); FACS (BD FACS CANTO II, BD); PCR termocycler convenzionale e sistema RT-PCR (7900HT Fast Real Time PCR System, Apply Biosystems); Luminometro e ELISA reader (Glomax 96 Microplate Luminometer, Promega); NucleofectorTM device (Amaxa); Nanodrop® ND-1000 UV-Vis Spectrophotometer; Kodak Imager station (MIN-R Processor, Kodak); un completo equipaggiamento base per l'analisi biochimica e di biologia molecolare.
  • Laboratorio di colture cellulari composto da 5 stanze per le colture equipaggiate ciascuna con cappe a flusso laminare, incubatori CO2, centrifughe refrigerate e microscopi.